Rione Giudea.
grafica

Oria.




La Città di Oria

stemma oriaOria sorge lungo l'antico tracciato della via Appia. La città è di origine messapica, ma il centro urbano raggiunge il suo massimo sviluppo nel periodo della romanizzazione. Dopo il crollo dell'Impero la città sembra essersi rimpicciolita ed i suoi abitanti si rinchiudono nel borgo fortificato, subendo il potere dei bizantini prima e la conquista di Roberto il Guiscardo poi, per passare infine sotto il controllo degli svevi Federico II. L'imperatore svevo fece costruire il maestoso Castello. Morto l'ultimo erede del dominio svevo, Oria divenne parte del principato angiono di Taranto. Nel Cinquecento fu eretta a marchesato indipendente, poi, fu conquistata dagli spagnoli che la tenettero per cederla a Davide Imperiali. Questi comprò terre e titolo di marchese, lasciando l'uno e l'altro in eredità alla famiglia, che si estinse alla fine del Settecento, restituendo tutti i beni posseduti al Demanio.

 

Arte e Cultura ad Oria

Il Centro Storico di Oria è un dedalo di case addossate lungo viuzze strette e caratteristiche e sorge su tre colli: la città antica è racchiusa all'interno della cinta muraria. Sul colle più alto si erge la poderosa mole del Castello Svevo, fatto costruire dall'imperatore Federico II degradatosi lentamente nel corso degli anni, fu restaurato dalla famiglia Martini Carissimo. Piazza Manfredi è il centro della città: verso sud la piazza è delimitata dalla porta Manfredi; verso nord dalla mole del Sedile, seggio nobiliare restaurato nel Settecento ed ora dominato dalle Statue di San Carlo Borromeo e di San Barsanofio Abate. Sopra l'antica cripta di quest'ultimo santo, protettore della città, è stata eretta alla fine del Cinquecento la chiesa di San Francesco di Paola. Proseguendo si può ammirare la Basilica di Santa Maria Assunta in Cielo, un edificio eretto nel XVIII secolo in stile barocco. In prossimità della Basilica si erge la torre Palomba, detta anche Carnara, forse quel che resta dell' acropoli messapica. Fra le tante bellissime chiese presenti in Oria ricordiamo la chiesa dedicata a San Francesco d'Assisi, santo che qui, aveva voluto costruire un convento di frati. Poco fuori dal centro di Oria si ammirano la Chiesa di Santa Maria di Gallana e la Chiesa di San Lorenzo, edificata sulle fondamenta di un'antica cappella dedicata a Santa Maria della Croce. Un poco più lontano dell'abitato sorge il Santuario di San Cosimo Alla Macchia.

Foto Oria 1
Foto Oria 2
Foto Oria 3
Foto Oria 4

 

 

  Rione Giudea

E' espressamente vietato riprodurre e diffondere, integralmente o parzialmente, i contenuti del sito senza autorizzazione.

Mappa del sito